Articoli

Medici e artisti

Il II Evento Culturale Chiari & Scoliosis & Syringomyelia Foundation, che si è tenuto al Teatro San Luigi Guanella di Roma a ottobre 2017, ha visto la partecipazione di due medici artisti.

Il Dott. Miguel B. Royo Salvador, oltre agli studi di Medicina che lo avrebbero portato al Dottorato in Neurochirurgia, da giovane ha frequentato la Scuola d’Arte di Tarragona per 3 anni. Nel 1967 ha vinto 3 premi per la provincia di Tarragona: di pittura, disegno rapido e decorazione.

In questo evento, ha presentato due serie di disegni in acrilico, realizzati per pubblicazioni mediche, che rappresentano una delle patologie protagoniste dell’evento e la tecnica chirurgica applicata per trattarla:

Sequenza della formazione di una Sindrome di Arnold-Chiari I, con l’abbassamento del cervelletto, il IVº ventricolo e le tonsille cerebellari. Per una pubblicazione medica del 1996.” “Sequenza della tecnica chirurgica mini-invasiva della sezione del Filum Terminale. Per una pubblicazione medica del 1997.

Il Dott. Horia Calin Salca ha partecipato all’evento esponendo i suoi quadri “Cadaqués”, “Chiesa di Siurana” e “Última cena”, realizzati a pastello, pastello a cera e china.

Neurochirurgo e ricercatore dell’Institut Chiari & Siringomielia & Escoliosis de Barcelona, il dottore coltiva una passione per il disegno e la pittura dalla gioventù, quando frequentava la Scuola di Belle Arti di Targu-Mures in Romania (1975-78). Più tardi, avrebbe interrotto questi corsi per iniziare gli studi di preparazione per entrare alla Facoltà di Medicina.

Questo evento culturale benefico a favore dei pazienti con diagnosi di Sindrome di Arnold-Chiari I, Siringomielia idiopatica, Scoliosi idiopatica e altre patologie associate alla Malattia del Filum è stato organizzato dalla Chiari & Scoliosis & Syringomyelia Foundation (CSSf), in collaborazione con l’Institut Chiari & Siringomielia & Escoliosis de Barcelona (ICSEB) e l’Associazione AI.SAC.SI.SCO Onlus.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *